Progetto “Nessuno escluso”

Giovedì 18 gennaio 2018

Nessuno escluso

In  occasione  del suo quarantesimo anniversario, la Caritas riminese ha promosso una   conferenza  stampa   e  presentato  il   progetto “Nessuno  escluso” :  un   ambulatorio   medico allestito  nei  locali  di  via  Madonna della scala 7.

Un    progetto  voluto  e    promosso  dall’associazione   Madonna    della carità, Anteas, Croce Rossa Italiana – comitato  di  Rimini  e  Opera Sant’Antonio.

Sarà aperto il giovedì dalle 9 alle 12 e si rivolge a persone senza fissa dimora che hanno  perso  la  residenza,  persone   senza   permesso   di   soggiorno  o   tessera sanitaria che non hanno la possibilità di curarsi.

Il progetto necessita di ulteriori volontari, in particolare la Caritas rivolge il suo appello a medici specialisti, farmacisti e infermieri.

COLLETTA ALIMENTARE 2017

CONDIVIDERE I BISOGNI
PER CONDIVIDERE IL SENSO DELLA VITA

“Non pensiamo ai poveri come destinatari di una buona pratica di volontariato da fare una volta alla settimana […]. Queste esperienze, pur valide e utili […] dovrebbero introdurre ad un vero incontro con i poveri e dare luogo ad una condivisione che diventi stile di vita. […] La loro mano tesa verso di noi è anche un invito […] a riconoscere il valore che la povertà in se stessa costituisce. La povertà è un atteggiamento del cuore […] e permette di vivere in modo non egoistico e possessivo i legami e gli affetti”.

Messaggio di Papa Francesco per la Giornata Mondiale dei Poveri, dal Vaticano, 13 giugno 2017

Ti invitiamo a iniziare questo cammino,
donando con noi una spesa a chi ne ha bisogno.

Giornata mondiale del povero

 «Figlioli, non amiamo a parole né con la lingua, ma con i fatti e nella verità» (1 Gv 3,18) che riecheggia quanto disse a Firenze ai vescovi e alla Chiesa italiana: “Non mettere in pratica, non condurre la Parola alla realtà, significa costruire sulla sabbia, rimanere nella pura idea e degenerare in intimismi che non danno frutto, che rendono sterile il suo dinamismo”. Il Papa richiama tutti i temi sensibili già trattati nei documenti del suo Magistero.

I poveri sono persone da incontrare, accogliere, amare. La povertà non è un’entità astratta, ma “ha il volto di donne, di uomini e di bambini sfruttati per vili interessi, calpestati dalle logiche perverse del potere e del denaro. Davanti a questi scenari, il Papa ci chiede di non restare inerti e rassegnati, ma di “rispondere con una nuova visione della vita e della società”.

(Papa Francesco)